ga('send', 'pageview');
+39 333 906 3340 info@socialwriter.it
Seleziona una pagina

Aprire un blog è un passaggio importante nel 2020 per una PMI per farsi conoscere online. Fa parte di una più ampia strategia di content marketing per le imprese. Per parlare di questo argomento, per capire come implementare efficacemente una strategia per aprire un blog di successo, ho intervistato l’esperto di Digital Marketing Simone Longato.

Simone spiega che, innanzitutto, il blog aziendale deve essere inteso come una sezione apposita del sito da tenere costantemente aggiornata, dove pubblicare contenuti informativi, ma anche educativi o formativi, notizie, storie, guide, spunti. È uno strumento di comunicazione che ci da la possibilità di utilizzare un approccio più umano e avvicinare i clienti al mondo della nostra impresa. La comunicazione utilizzata, più informale, ci da l’opportunità di svelare il dietro le quinte aziendale, stimola una maggiore fiducia ed è in grado di rafforzare il legame tra clienti e azienda.

Dunque, Simone, è un’attività alla portata di tutte le piccole e medie imprese? Non è un’attività da improvvisare e come ogni strategia di marketing richiede un’accurata progettazione.
Dovremmo conoscere e avere chiaro il target di persone a cui ci rivolgiamo, quindi i visitatori del nostro sito, attuali clienti o potenziali clienti. Scrivere per un pubblico specifico, insomma, conoscendo i loro problemi e le loro necessità e cosa si aspettano dalla nostra azienda. Solo così il blog diventa un modo per comunicare con le persone in modo privilegiato rispondendo alle loro richieste. Contestualmente dobbiamo avere chiaro l’obiettivo del blog. Perché lo abbiamo aperto? Qual è il fine ultimo? Per esempio potremmo voler essere informativi per la nostra nicchia di mercato, o coinvolgere tutti i nostri stakeholder, far conoscere i nostri prodotti o servizi attraverso di loro. Questa è una base importante per creare un blog di successo: avere chiaro in mente target e obiettivi.

Che altri obiettivi ha un blog aziendale? Altri micro-obiettvi possono essere far ottenere più visite al sito quindi ponendo particolare attenzione alla SEO (Serch Engine Optimizaton). Fare lead generation, raccogliendo liste di contatti valide per future azioni di marketing. Poi non dobbiamo mai dimenticare la possibilità di integrare blog e social media, avremmo così la possibilità di condividere sui nostri profili social i contenuti pubblicati nel blog, portando maggiore visibilità agli articoli.

Per quanto riguarda la fase operativa, come si inizia a lavorare su un blog aziendale? Il passo successivo della progettazione sarà il piano editoriale del blog. La pianificazione dei contenuti e dei temi da trattare calendarizzandoli, e quindi la scelta dei contenuti. Ricordando sempre che a un visitatore interessa l’utilità dei post, quindi si dovrà sempre orientare la scelta verso messaggi che esprimano un beneficio all’utente senza peccare di eccessiva autoreferenzialità. Creare titoli accattivanti e post interessanti che rendano piacevole la lettura attraverso una strategia di copywriting efficace che non trascuri il lato SEO, ma allo stesso tempo capace di fare leva sulle emozioni.
Il piano editoriale permette di gestire al meglio i contenuti, pianificarli crearli e confezionali in modo che siano validi per il pubblico, ancora una volta è meglio progettare e ideare con attenzione che improvvisare.
Rispettando tutti i passaggi precedenti, si dovrà poi cercare di individuare contenuti dal tocco unico, post azzeccati e grazie al piano editoriale si avrà sempre sott’occhio una guida per orientarci sia a livello programmatico che creativo, tutto ciò ti porterà ad aumentare la conversione del tuo sito.

Ora parliamo del lato grafico, di cui sappiamo ti occupi da anni con estrema professionalità. Esatto il passo successivo è capire che aspetto grafico dare al proprio blog. Ovviamente dovrà essere coerente con il resto del sito e con l’identità dell’impresa e del suo brand. Ma chiariamo subito l’importanza delle immagini: le immagini devono essere personalizzate e originali, non uguali a quelle di tutte le altre PMI del settore. Così da essere unici nella modalità di comunicazione anche attraverso i visual.

Come aprire un blog che possa raggiungere gli obiettivi e si riveli quindi efficace?
Affidarsi ad un professionista del web che possa seguire tutti gli aspetti tecnici per riuscire a migliorare il posizionamento del sito stesso. Allo stesso tempo è importante avere alle spalle professionisti di altri settori per poter gestire la pianificazione a monte e la strategia dei contenuti. Non importa la dimensione dell’azienda o il comparto di riferimento si può sempre avere qualcosa da raccontare che sia utile per gli utenti.

Cosa aspettarsi dall’apertura di un blog?
Sicuramente non è immediato, non è semplice, c’è necessità di investimenti mirati e a lungo termine. Se si inizia una attività di blogging con questi consigli sicuramente si vedranno i risultati, tra i miei case study ne ho parecchi che ho seguito personalmente, che hanno portato risultati rilevanti dove la crescita delle visite ha visto la contestuale crescita dei clienti e quindi conversioni.
Nel mio blog ad esempio dove parlo di marketing, comunicazione e siti web posizionati su Google (www.simonelongato.it) ho avuto come obiettivo quello di far conoscere meglio la mia professione e professionalità a tutte le realtà con le quali collaboro e acquisire nuovi lead.
C’è dietro un grande impegno, ottimi server, ore e ore di programmazione e strategia. In alcuni casi anche l’aiuto di un team. Per avere risultati nel web è necessario investire. Questa è la mia idea.

Grazie Simone! www.simonelongato.it